Tortine di frolla con crema al limone e Prosecco biologico Millesimato Corvezzo

sabato, aprile 11, 2015

Il weekend è iniziato e probabilmente la maggioranza di noi fanciulle sta rimuginando sul possibile menu domenicale…
Potrei suggerirvi un intero menu per facilitarvi le cose, partendo dall’antipasto, passando per la lasagna, fino al brasato ed al contorno, ma sono tanto tanto
cattiva e non lo farò 😈
Ma siccome mi è rimasto un briciolo di pietà per le colleghe desperate housewives, voglio comunque esservi utile per il dessert, almeno risparmierete sulla spesa dal pasticcere 😜
Su su, stavo solo scherzando, neanche io so ancora cosa metterò in tavola per il pranzo domenicale, ma almeno il dolce...ce l’ho!
Quindi armatevi di carta e penna (o almeno salvatevi questo post) e procuratevi gli ingredienti per queste deliziose frolline con crema al limone.
Cominciamo dalla base: la pasta frolla.
La mia ricetta andrà bene per qualunque dolce che abbia come base la frolla, quindi tenetela presente anche per crostate tradizionali, pastiere & company.
PASTA FROLLA
  • 200-220 g di farina
  • 100 g di zucchero
  • 130 di burro o margarina a temperatura ambiente per farli ammorbidire (o prendete direttamente la margarina morbida, anzichè in panetto)
  • 1 uova
  • un pizzico di sale (non trascuratelo, è necessario a riequilibrare il sapore per evitare retrogusto dolciastro)
Devo sottolineare che  questa frolla è un po’ più burrosa della tradizionale, perciò risulterà un po' più morbida e potrebbe rompersi in corso di lavorazione, ma se ci fate un po' di attenzione il risultato sarà decisamente migliore…
Tuttavia non trascurate la sosta in frigo prima di stenderla, il freddo addenserà un pochino il burro e tutto andrà liscio :-)
PROCEDIMENTO:
Mettete la farina a fontana sul piano di lavoro, al centro “scavate una buca” (effetto vulcano) e ponetevi lo zucchero e il sale, mentre ai lati mettete il burro a fiocchetti, infine l’uovo al centro.
State attenti a non lavorare troppo l'impasto o la frolla finisce per spaccarsi ma se capitasse, niente panico: prendete l'impasto fra le mani e compattatelo; col calore delle vostre mani, il burro sciogliendosi con la temperatura farà da collante.
Come vi dicevo prima, dopo aver impastato, mettete in un contenitore (leggermente infarinato) coperto e riponete in frigo a riposare almeno mezz'ora perchè si compatti, è importante per stendere bene la sfoglia.
La crema al limone.
  • succo di mezzo limone
  • zucchero 150 gr
  • acqua un bicchiere scarso
  • farina 30 gr. (un bel cucchiaio colmo)
  • 1 uovo
  • panna per dolci da montare 200 ml
  • zucchero a velo e frutta per decorare q.b.

N.B. per gli intolleranti al lattosio. Non c'è latte nella crema e -volendo- potete usare la panna vegetale.

In un pentolino mettete il succo di mezzo limone, unitevi lo zucchero e mescolate bene. Poi unite l’uovo, continuando a mescolare finchè non sarà perfettamente amalgamato.

A questo punto uniamo la farina setacciata, facendo attenzione che non faccia grumi e infine versiamo a filo l’acqua.
Quando tutto sarà omogeneo, mettiamo il pentolino sul fuoco a fiamma medio-bassa e cuociamo come fosse una comune crema pasticcera, ovvero mescolando continuamente (attenti che si attacca facilmente al fondo se vi distraete), fin quando prenderà bollore  e tenderà ad addensarsi. Al che togliamo dal fuoco e mescoliamo energicamente per omogeneizzare ed evitare grumi. Poi mettiamo il pentolino a raffreddare bene.

Quando sarà completamente freddo, sarà pronto per accogliere la panna che nel frattempo avremo montato alla perfezione.  Mescoliamo tutto per bene con la frusta, finchè la crema limone sarà soffice ed omogenea.

Nota bene: questa crema sarà perfetta anche per farcire e ricoprire le classiche torte di compleanno, oltre che per le celebri delizie al limone.

Ora abbiamo tutto a portata di mano, siamo pronte?
Stendete la frolla con il matterello, tagliate nella giusta misura con un coppapasta e foderatevi delle formine (quelle da crostatina per intenderci, avendo cura di imburrarle prima), forandone il fondo con uno spiedino
In forno già caldo (170°-180° al massimo), mettiamo dunque le tortine di frolla facendo attenzione perchè cuociono velocemente e non troppo uniformemente, quindi teniamole d’occhio e appena sono un po’ “bionde” sforniamole.         
Quando si saranno ben freddate, farciamole con una bella cucchiaiata di crema al limone e guarniamo con frutta a piacere e zucchero a velo. Io ho messo una fettina di kiwi, ma possiamo metterci anche un lampone, una fragolina, qualche mirtillo o uno spicchio di mandarino.
Il vino che ho abbinato al mio dessert?
Un accostamento forse "inaspettato o coraggioso", ma che ha stupito molto in positivo i miei commensali: ho scelto il Prosecco Biologico Millesimato Corvezzo .
(Vi ho già parlato di Corvezzo più volte, potete rivedere QUI i post precedenti)
Terre di Marca Prosecco Bio è un vino estremamente raffinato e prezioso, che racchiude il gusto vero di chi ama la natura e custodisce con passione i suoi preziosi frutti.
Classificato come Prosecco Biologico Spumante Extra Dry DOC Treviso, da Uve 100% Glera, ha una Gradazione alcolica dell’11,5% vol.
Alla Vista si presenta brillante con un elegante perlage, all’Olfatto offre profumo di pera con una marcata nota di fiori d’acacia, mentre al Gusto si avverte un’ottima acidità con un equilibrio eccellente
La temperatura di servizio  ideale  è di 8°C, ma se ne raccomanda la conservazione a una temperatura tra i 12 °C ed i 16 °C per una perfetta mantenimento degli aromi
Gli abbinamenti consigliati da Corvezzo sono piatti raffinati a base di pesce (l’ho usato anche per un’orata speziata al limone) e con il delizioso prosciutto crudo dolce di San Daniele.

stampa la pagina

You Might Also Like

0 commenti

Inviando il commento, accetti la POLITICA PER LA PRIVACY

Conformemente alla normativa attuale per la privacy (GDPR), ricordo che da parte dei visitatori è possibile tanto commentare scegliendo di usare un account sulla piattaforma google disponibile nel form, quanto scegliere di non lasciare alcun dato evidente utilizzando l'opzione ANONIMO o l'opzione URL/NOME nella quale si può anche indicare solo un nome (reale o di fantasia) senza indicare alcun URL
In nessun caso i dati dei visitatori saranno divulgati o venduti a terzi

Follow me on Twitter

Like us on Facebook